Sostenitori
HOME SCHEDE BOTANICHE FARFALLE AVIFAUNA MAPPA EMAIL
 
L'Associazione
Costituzione
Obiettivi
Statuto
Consiglio Direttivo
Schede
Le "Pars"
Il Bosco Planiziale
I Campetti
La flora dell'area umida
La fauna dell'area umida
Galleria
I Prati
Inaugurazione parco macchine
Inaugurazione dei Prati
Esperienze
Tecniche di compostaggio 2007
Un bugno villico
Eventi
Avvistamento cicogne
Festa di S.Marco
Webmail
Interventi di gestione e ampliamento dell’area denominata "Prati delle Pars" , anno 2005/06
Premessa 

L'area denominata Prati delle Pars, sita nel comune di Teglio Veneto, è stata oggetto di diversi interventi di riqualificazione ambientale, che hanno nel complesso riportato questa porzione di territorio comunale ad un elevato grado di naturalità e pregio paesaggistico. L'ultimo intervento di rinaturazione ha riguardato la realizzazione di tre siepi di notevole sviluppo lineare lungo un viale esistente al margine orientale dell'area interessata.
Si tratta di una siepe bifilare (Fig. 1) con componente arborea ed arbustiva e due siepi monofilari (Fig. 2) sempre realizzate alternando alberi ed arbusti autoctoni.
L'intera opera è stata ultimata nell'anno 2005 ed ha richiesto due anni di lavoro volontario. Attualmente sono previsti lavori di manutenzione quali potature e sostituzioni delle fallanze.
Sempre nell'anno 2005 è stato acquisito il terreno ubicato alla fine del viale oggetto dei precedenti interventi ed è intenzione dell'associazione "Prati delle Pars" collegare tale area con le zone già rinaturate creando un corridoio ecologico di elevato pregio ambientale. 
Il collegamento avverrà tramite la messa a dimora di una siepe lungo tutti i lati dell'appezzamento andando a creare un campo chiuso coltivato a erba medica. Successivamente in questo sito sarà realizzato uno specchio d'acqua atto ad accogliere l'avifauna migratrice.
Fra le opere da realizzare nell'anno 2006 sono previsti anche la creazione di un'altra siepe nel terreno acquistato in località "Perarutto", con la realizzazione di un nuovo campo chiuso e il miglioramento dell'area denominata dei "campetti", destinata all'agricoltura tradizionale. Tutte queste azioni hanno per scopo l'ampliamento e il miglioramento delle aree interessate con ricadute positive sulla presenza della fauna selvatica, la fruizione didattico ambientale e il miglioramento del territorio circostante.

Collegamento del viale con il terreno di recente acquisizione.

L'associazione " Prati delle Pars" ha acquisito nell'anno 2005 il terreno identificato dai mappali 17 e 18 rispettivamente di m2 5733 e m2 5087. Tale appezzamento è confinante con i terreni già gestiti dai volontari e va inserito nel contesto ambientale dei "Prati delle Pars" tramite opportune opere di rinaturazione. 
L'intervento principale previsto per il 2006 consiste nella realizzazione di una siepe bifilare adatta a terreni argillosi poco drenati. Il filare estremo sarà formato da arbusti che esalteranno le funzioni faunistica, mellifera, estetica e schermante. Saranno posizionati ad un metro dal ciglio dei fossati, e la distanza tra un elemento e il successivo sarà sempre un metro. 
Queste distanze permetteranno un ottimale effetto schermante una volta raggiunta la maturità del sistema. La siepe interna sarà formata da un filare d'alberi d'alto fusto posti ad un metro dall' elemento esterno con distanza di cinque metri tra gli elementi del filare. Questa seconda unità ha funzione schermante e protettiva. 
La siepe in progetto è in continuità con quelle del viale ultimato nell'anno 2005 in quanto va a saldarsi con esse, inoltre le essenze utilizzate sono le stesse dei precedenti interventi. 
La successione delle specie lungo il filare sarà casuale questo conferirà alla siepe un aspetto caotico che è quello tipico dei mantelli forestali (strutture arbustive che si trovano al limite delle formazioni forestali) ed esalterà le funzioni della siepe senza compromettere le operazioni colturali necessarie. 
Negli anni successivi si formeranno, con la crescita delle piante, delle "macchie seriali" cioè nuclei di alberi ed arbusti che si compenetrano andando a formare una struttura naturale ideale per il sostentamento e la protezione dell'avifauna. Le essenze richieste per la realizzazione dell'intervento sono raggruppate nelle tabelle a fianco dove è stato anche indicato il numero di individui per specie.

Impianto di una siepe bifilare e creazione di un nuovo Campo chiuso in località Perarutto.

Il secondo intervento preventivato per l'anno 2006 riguarda la messa a dimora di una nuova siepe ubicata lungo il perimetro dell'appezzamento contraddistinto dal numero di mappale 33 di 7330 m sito in località "Perarutto".
Tale appezzamento si trova ad una certa distanza dal sito "Prati delle Parz" in una posizione strategica, in quanto intermedia tra la sopramenzionata area e due siti di elevato valore ambientale: il Bosco di Alvisopoli e il deposito militare in disuso denominato "Castor".
Il terzo intervento, di minore entità rispetto ai precedenti, riguarda il nucleo iniziale dei prati e più specificamente la porzione dedicata all'agricoltura tradizionale. In questa area sono presenti dei campi coltivati in modo estensivo con colture a perdere per il sostentamento della fauna, un filare di vite autoctona, dei gelsi.
La siepe proposta è analoga a quella dei "Prati delle Pars", anche se le condizioni pedologiche sono leggermente migliori, la formazione avrà la stessa composizione specifica, la stessa tipologia strutturale e lo stesso modulo compositivo (successione delle piante nei filari). Le essenze richieste per la realizzazione dell'intervento sono raggruppate nelle tabelle dove è stato anche indicato il numero di individui per specie.

Miglioramento dell'area definita "Campetti" ubicata nei "Prati delle Pars"
Quest'ultimo presenta molti aspetti interessanti in quanto è un'area di circa 20 Ha che è stata sottoposta solo allo sfalcio dei prati, per questo motivo ha conservato una elevata naturalità oramai scomparsa in gran parte del territorio comunale. Attualmente è in fase di acquisizione da parte della provincia di Venezia e dell'Unione dei Comuni Fossalta di Portogruaro e Teglio Veneto.
Il terreno acquistato, trovandosi in posizione intermedia rispetto ai luoghi descritti, potrà assolvere un giorno la funzione di collegamento fra gli stessi andando a creare un unico contesto ambientale con una superficie ragguardevole.
Per implementare la capacità di attrarre l'avifauna, per altro già presente con diverse specie di pregio, si propone l'impianto di alcune cultivar di meli tardivi da reperire in paese presso alcuni agricoltori locali. Questo intervento è particolarmente importante in quanto tende a favorire la sopravvivenza dell'avifauna nella stagione avversa andando a fornire un'ulteriore risorsa alimentare.

Provenienza del materiale
Gli arbusti per la creazione delle siepi provengono dal Centro Nazionale per lo Studio della Biodiversità Forestale del Corpo forestale dello Stato, Ufficio per la Biodiversità di Verona (richiesta del 21/01/2006 Comune di Teglie Veneto).Si tratta di piante di 1 anno la cui altezza oscilla tra i 30 e i 50 cm e piante di 2 anni con altezza compresa tra 50 cm e 1 m.
Il costo varia in base alle dimensioni e si va da un minimo di 0,40 Euro a 1,20 Euro. Sono state richieste le piante di dimensioni maggiori presenti in vivaio onde superare in modo ottimale il periodo critico di trapianto. I tipi provengono da Muzzana dalla pianura Vicentina e Veronese.
Le spese di acquisto sono in parte a carico dell'amministrazione comunale e in parte a carico di eventuali sponsor, il trasporto avverrà per mezzo di veicoli dell'Unione dei Comuni di Fossalta di Portogruaro e Teglio Veneto.
La componente arborea proviene dal vivaio provinciale della provincia di Venezia (Richiesta del 25/01/2006 prot. 613 Comune di Teglio Veneto) non si conoscono attualmente le dimensioni degli individui, si procederà con accordo verbale per avere gli esemplari più grandi presenti in vivaio; le piante sono gratuite e il trasporto è sempre a carico dell'Unione dei comuni di Fossalta di Portogruaro e Teglio Veneto.

1
2
3

Alberi

Numero:

Acer campestre 10
Fraxinus angustifolia subsp.oxycarpa 5
Carpinus betulus 5
Quercus robur 10
Alnus glutinosa 5
Ulmus minor 5
Populus nigra 5
Platanus acerifolia 5
Sorbus torminalis 5
Tilia cordata 5
   
   
   
   

Totale

60
  

Arbusti

Numero :
Crataegus monogyna 15

Prunus spinosa

15
Frangala alnus 15
Cornus sanguinea 15
Viburnum opulus 15
Viburnum lontana 15
Euonymus europaea 15
Corylus avellana 15
Ligustrum vulgare 15
Sambucus nigra 15
Prunus padus 15
Prunus cerasifera 10
Salix cinerea 10
Mespilus germanica 10

Totale

195
Specie da utilizzare nella realizzazione della siepe.
 

 

 
Visite
2013
Interventi
2015
Lavori di livellamento
Vaglio per il
compost
Collaudo impianto di irrigazione
Un alveare nei prati
Alveari
Rimboschimenti
2014
2013
2012
2011
2009
2007
2005/06
2003
V.N.                (Tutti i diritti riservati)